Home Normative normative Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

PostHeaderIcon Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

Proviamo a fare chiarezza per quanto concerne alla fatturazione da parte del Medico relativamente  alle diverse tipologie di prestazioni che egli può rendere in ambito professionale.

1) Per prestazioni  rese non in ambito sanitario (non mediche), come ad esempio per collaborazione professionale (relazione scientifica, docenza, organizzazione di eventi, pubblicazioni, ecc.) nella fattura occorre sommare l'IVA al 21% e sottrarre la Ritenuta d'acconto del 20%;

2) Per quanto riguarda le fatture emesse per una visita medica ad un paziente non titolare di partita IVA sono esenti da iva;

3) Se la fattura viene emessa per il rilascio di un certificato medico: a) va assoggettata ad iva se non è strettamente funzionale allo stato di salute del paziente, ma inerisce a fini amministrativi o Medico legali (certif. di invalidità, per fini assicurativi ecc.); b) è esente da IVa se è finalizzata ad attestare lo stato di salute del paziente (certif. per l'attività sportiva, di sana e robusta costituzione, ecc.);

4) Se invece le fatture sono emesse nei confronti di un sostituto d'imposta ossia persona fisica o società con partita iva e rigurdano sia certificati che prestazioni mediche sono da assoggettare alla ritenuta d'acconto.

Ultimo aggiornamento (Domenica 08 Luglio 2012 17:24)

 
Notizie flash
Le proposte per il prossimo rinnovo dell'ACN: dai il tuo contributo di idee

Caro Collega,

si è svolta a Roma la prima riunione del Comitato di Settore per delineare la prossima Convenzione nazionale di categoria (ACN). Ancora una volta si discuterà solo della parte normativa e non di quella economica. Ormai la nostra categoria è in ginocchio e sempre nuovi compiti burocratici appesantiscono il nostro lavoro.

Da una prima lettura del documento licenziato dal predetto Comitato, si evince che i medici di MMG dovrebbero far parte obbligatoriamente di strutture territoriali senza specificare i compiti, i ruoli e chi coordinerà tutto questo. Noi del Sumai Medicina generale vogliamo invece, pur essendo aperti ai cambiamenti, non perdere la capillarità del nostro lavoro nei nostri studi, il rapporto con i nostri assistiti, quel poco di autonomia professionale che ancora residua e molto altro ancora.

Per dare forza alle nostre proposte, il 16 novembre alle ore 9,30 abbiamo indetto una riunione alla clinica Hermitage sita in Capodimonte, alla via Cupa delle Tozzole 2, per preparare un documento condiviso da inviare a Roma.

Dai forza alla nostra azione per difendere la tua professione!

Ti aspettiamo.

Giuseppe Tortora e Saverio Annunziata