Home Normative normative Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

PostHeaderIcon Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

Proviamo a fare chiarezza per quanto concerne alla fatturazione da parte del Medico relativamente  alle diverse tipologie di prestazioni che egli può rendere in ambito professionale.

1) Per prestazioni  rese non in ambito sanitario (non mediche), come ad esempio per collaborazione professionale (relazione scientifica, docenza, organizzazione di eventi, pubblicazioni, ecc.) nella fattura occorre sommare l'IVA al 21% e sottrarre la Ritenuta d'acconto del 20%;

2) Per quanto riguarda le fatture emesse per una visita medica ad un paziente non titolare di partita IVA sono esenti da iva;

3) Se la fattura viene emessa per il rilascio di un certificato medico: a) va assoggettata ad iva se non è strettamente funzionale allo stato di salute del paziente, ma inerisce a fini amministrativi o Medico legali (certif. di invalidità, per fini assicurativi ecc.); b) è esente da IVa se è finalizzata ad attestare lo stato di salute del paziente (certif. per l'attività sportiva, di sana e robusta costituzione, ecc.);

4) Se invece le fatture sono emesse nei confronti di un sostituto d'imposta ossia persona fisica o società con partita iva e rigurdano sia certificati che prestazioni mediche sono da assoggettare alla ritenuta d'acconto.

Ultimo aggiornamento (Domenica 08 Luglio 2012 17:24)

 
Notizie flash
entro il 31 gennaio consegnare il modello C di autocertificazione dei LAP al proprio distretto

Cari Colleghi,

vi ricordiamo che ai fini della liquidazione del compenso finale della gestione integrata del paziente diabetico, occorre protocollare entro il 31 gennaio al proprio distretto di appartenenza il modulo C di autocertificazione dei LAP che vi allego (il modulo è interattivo, cioè compilabile direttamente sul pc).

Tanto Kappamed quanto Millewin, hanno provveduto ad aggiornare il software consentendo il calcolo dei LAP. E' ovvio che vanno completate tutte le schede della gestione integrata del 2015, comprese quelle del 2014 (in quanto non più in possesso dell'ARSAN dopo la rescissione del contratto con Netmedica per la gestione del portale). Mentre la scadenza per l'invio delle schede è stato prorogato al 29 febbraio, la scadenza per l'invio al distretto del suddetto modello C è rimasta invariata.

Abbiamo pertanto provveduto ad inviare alla Regione ed all'ARSAN, una richiesta di proroga anche per l'autocertificazione, in considerazione del fatto che sarebbe più legittimo che il medico riceva una certificazione del corretto calcolo dei LAP direttamente dall'ARSAN, cosa che potrebbe avvenire solo dopo che l'ente certificatore, l'ARSAN, abbia ricevuto le schede.

In allegato potete scaricare la nostra suddetta richiesta formale di proroga.

Saverio Annunziata e Giuseppe Tortora