Home Normative normative Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

PostHeaderIcon Il Medico e le fatture per prestazioni professionali

Proviamo a fare chiarezza per quanto concerne alla fatturazione da parte del Medico relativamente  alle diverse tipologie di prestazioni che egli può rendere in ambito professionale.

1) Per prestazioni  rese non in ambito sanitario (non mediche), come ad esempio per collaborazione professionale (relazione scientifica, docenza, organizzazione di eventi, pubblicazioni, ecc.) nella fattura occorre sommare l'IVA al 21% e sottrarre la Ritenuta d'acconto del 20%;

2) Per quanto riguarda le fatture emesse per una visita medica ad un paziente non titolare di partita IVA sono esenti da iva;

3) Se la fattura viene emessa per il rilascio di un certificato medico: a) va assoggettata ad iva se non è strettamente funzionale allo stato di salute del paziente, ma inerisce a fini amministrativi o Medico legali (certif. di invalidità, per fini assicurativi ecc.); b) è esente da IVa se è finalizzata ad attestare lo stato di salute del paziente (certif. per l'attività sportiva, di sana e robusta costituzione, ecc.);

4) Se invece le fatture sono emesse nei confronti di un sostituto d'imposta ossia persona fisica o società con partita iva e rigurdano sia certificati che prestazioni mediche sono da assoggettare alla ritenuta d'acconto.

Ultimo aggiornamento (Domenica 08 Luglio 2012 17:24)

 
Notizie flash
Non firmare il documento di assegnazione dei tetti di spesa 2015, inviato dai distretti ai MMG
Cari colleghi,
in riferimento alla nota inviata ai distretti dalla direzione aziendale circa la assegnazione, a ciascun MMG, dei "tetto di spesa" sulla farmaceutica per l'anno 2015, occorre sottolineare la sua totale illegittimità alla luce delle considerazioni che seguono:

1)In primo luogo tale nota, non essendo prevista nè dall'ACN, nè dall'AIR campano, non può essere in alcun modo considerata vincolante per i MMG, esprimendo tra l'altro un' azione unilaterale della azienda non condivisa con le OO SS della medicina generale;

2)I Medici di famiglia restano infatti obbligati al rispetto delle norme contrattuali ed all'uso appropriato delle risorse di cui all' art 27 dell'ACN vigente e il solo organismo individuato in ambito di AIR , resta l'UVOA in ambito aziendale e gli UCAD periferici di cui il responsabile dell'appropriatezza prescrittiva è il MMG membro di diritto;

3)In nessuna  parte dell' accordo regionale è prevista l'assegnazione dei tetti di spesa per la farmaceutica, nè simile procedura è mai stata definita in ambito aziendale.

Pertanto vi invitiamo a non firmare alcun tipo di documento di assegnazione dei tetti di spesa, rassicurandovi che tale rifiuto non ci espone ad alcuna sanzione o provvedimento tra quelli invece previsti dalla normativa vigente.

Il Sumai Medicina generale si attiverà per risolvere urgentemente la questione nella sedi competenti.

Un cordiale saluto
Saverio Annunziata e Giuseppe Tortora