KOS

 

      Statuto e Regolamento Cooperativa KOS

Cari Amici,

l’ACN vigente apriva nuove prospettive alla riorganizzazione delle Medicina generale. Che lo si volesse o meno, rendeva obbligatorio per il singolo medico operare sia in associazioni funzionali, costituite da almeno 20 medici appartenenti al medesimo distretto e collegati in rete tra loro, sia in associazioni strutturali complesse (UCCP). Nel contempo veniva riconosciuta la possibilità a società di servizi di gestire tali associazioni (vedi cooperative mediche). Il cooperativismo medico è ancora oggi una realtà che assume sempre più peso specifico nella riorganizzazione della Medicina generale italiana, tanto in termini organizzativi e gestionali, quanto anche in termini economico-finanziari e politici. La Medicina generale non può quindi più prescindere dalle cooperative e pertanto è necessario che il cooperativismo diventi un processo che possa essere governato dal suo interno, per impedire  derive autonomiste che possono trasformarlo in organizzazioni autoreferenziali, accreditate, che erogano prestazioni al posto del singolo medico convenzionato e che si sostituiscono al sindacato nella contrattazione centrale e periferica. Da queste premesse, anticipando l’approvazione dell’ACN vigente, nel luglio del 2009, da allora dirigenti nazionali e fondatori del sindacato SMI, il sottoscritto e Giuseppe Tortora, insieme ad un gruppo affiatato di amici, intuirono la necessità di creare KOS (dal nome dell’isola che diede i natali ad Ippocrate, padre della Medicina), una cooperativa forte che potesse concorrere a governare il cooperativismo dal suo interno. Tale fu la necessità politico-sindacale. Ma vi fu anche un’altra necessità, più opportunistica ed economicistica, ovvero la possibilità di gestire la riorganizzazione della Medicina generale senza che altri lo facessero al posto nostro e la possibilità di intercettare per i soci risorse che potessero integrare i magri incrementi economici dei MMG previsti dall’ACN.

KOS nacque dalla rifondazione di un’altra preesistente cooperativa, Medicina 2005, al fine di mantenere un’anzianità di esercizio presso la Camera di Commercio, utile per concorrere in eventuali gare o concorsi.

Avere poi scelto il sottoscritto come Presidente di KOS fu fortemente funzionale alla volontà di identificare la nostra cooperativa con il sindacato, attualmente Sumai, dove sono confluiti tutti i soci.

Consentitemi il ricordo affettuoso di due soci fondatori ed amici prematuramente scomparsi nel corso di questi anni, lasciando in tutti noi un vuoto incolmabile: Giuseppe De Falco e Giovanni Iorio.

Di seguito vi espongo una sintetica disamina di cosa sia una cooperativa medica e di quali siano le sue funzioni. Inoltre vi allego lo statuto di KOS. Ringrazio tutti gli amici soci per avere aderito a KOS condividendone il progetto e l’assetto strategico! Abbiamo l’ambizione di fare grandi e utili cose insieme!

Un caro saluto a tutti

Saverio Annunziata

 

Le cooperative mediche

Al comma 3 lettera b dell’articolo 54 del nuovo ACN, cancellando il divieto esplicito di avere rapporti contrattuali con le aziende sanitarie, le coop restano come società di servizio che non possono erogare prestazioni sanitarie, ma soltanto beni e servizi ai medici.

Le forme associative che si sviluppano tra Medici ( Medicine di gruppo, di rete e miste) che realizzano nuove attività, non sono gestibili con forme societarie deboli

Per gestire le forme associative complesse è necessaria una forma societaria stabile.

Indispensabile però il coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale.

 

La cooperativa garantisce la  partecipazione ai MMG, il peso sociale è paritario.

La cooperativa è società di persone, che portano le loro competenze per la gestione di servizi complessi.

I medici sono contemporaneamente soci ed utilizzatori della cooperativa

Dunque risponde agli obiettivi di integrazione e di gestione partecipata

La cooperativa ha una forma societaria democratica :

l’ammissione di nuovi soci è correlata alla realizzazione dello scopo mutualistico

L’uscita di un socio non ha conseguenze sulla struttura societaria ed economica della cooperativa

Le quote non sono cedibili ma solo rimborsabili

L’esperienza sviluppata in questi anni da oltre 150 cooperative ha evidenziato le potenzialità dell’esperienza cooperativistica tra Medici di Medicina Generale

La gestione dei servizi e delle strutture complesse, l’organizzazione comune di attività, l’integrazione socio sanitaria, la realizzazione di attività nel campo della ricerca e dello sviluppo/integrazione  di tecnologie complesse.

Gestiscono decine di centri polifunzionali (Strutture che  rispondono a progetti più complessi di integrazione indicati dalle UCCP):

Assumono e gestiscono il personale ( di studio ed infermieristico)

Acquisiscono e gestiscono le sedi e tutti i servizi di correlati alla attività associata.

Supportano i soci nei progetti di integrazione con le strutture pubbliche

La cooperativa opera per i soci, ha per missione la realizzazione di un preciso scopo mutualistico condiviso.

Accresce gli strumenti e le potenzialità di sviluppo professionale

Può avere attività editoriale pubblicando una propria rivista o giornale

Due i modelli basali:

Cooperativa di servizi

Cooperativa sociale

Nella cooperativa di servizi la missione è fornire servizi complessi ai soci

Lo scambio mutualistico avviene attraverso l’utilizzo dei servizi offerti dalla cooperativa

Non effettua direttamente attività nel settore sanitario se non di supporto all’attività dei soci o di altre figure professionali

Per la gestione delle Cooperative occorre favorire la partecipazione dei soci nelle scelte sia nei modelli di governance che nelle forme di gestione

Favorire le associazioni tra soci, ovvero articolazione che mantenga un legame tra i gruppi di soci che partecipano alla attuazione dei singoli progetti

Modelli di  gestione orientati alla informazione e al coinvolgimento ( budget di gestione, rendicontazione per centri di attività ecc.)

Regolamenti interni per regolare il rapporto con i soci nell’utilizzo dei servizi, nella raccolta del prestito, nella distribuzione delle attività

Contrattualizzazione dei rapporti con i soci per dare continuità e certezza ai servizi

Attenzione ai rapporti gestionali ed ai modelli di erogazione dei servizi (personale, acquisti, modelli organizzativi, fornitori)

 

Società cooperativa medica a.r.l.                      info@kosmedici.it