Richiesta di chiarimenti su alcuni aspetti delle AFT, sotto l’ombrellone

No Comments

E’ questa la nota che ho inviato ai componenti dell’intersindacale, in  merito ad alcuni precisi aspetti delle nascenti AFT, meritevoli di chiarimento.

Carissimo,

Siamo tutti d’accordo sulla opportunità (o forse cogente necessità) di avviare le AFT orientate sui PDTA e sul perseguimento di obiettivi condivisi con l’Azienda. Tuttavia restano sul tavolo alcuni punti che lasciano perplesso me come la gran parte dei colleghi e che sarebbe opportuno chiarissimo. In particolare i seguenti:

1) Nella geolocalizzazione delle AFT verrebbe sacrificato il principio della libera scelta del cittadino domiciliato o residente in un distretto differente rispetto alla AFT cui afferisce il proprio medico di fiducia?

2) Con la costituzione delle AFT decadranno le pregresse associazioni in rete e le Medicine di gruppo: quale sarà il loro destino? Che fine faranno le relative indennità?

Credo che per portare a compimento un progetto condiviso, sia necessario avere le idee chiare su tutto e soprattutto sia indispensabile comunicare ai colleghi con la massima trasparenza luci ed ombre.

Spero che leggerai questa mia senza per questo interferire con il tuo meritato relax, anzi ne approfitto per augurarti buone vacanze.

Un caro saluto

Saverio Annunziata

Categories: Senza categoria

Prossimo l’avvio delle AFT. Intersindacale per delineare nuova organizzazione della MG

Cari Colleghi,
anche con le ferie per molti già in corso e per altri prossime, il sindacato continua il suo operato. Con l’ultima intersindacale, cui ho partecipato giovedi sera 2 cm, si è delineato il prossimo futuro dell’organizzazione della Medicina generale.
Infatti è obiettivo primario della Regione e dell’ASL NA1 centro l’attivazione delle Aggregazioni FUnzionali Territoriali (AFT) in tutti i distretti sanitari e le Organizzazioni sindacali non intendono certosubire il processo, ma governarlo.

Pertanto abbiamo stilato il documento, che vi invio in allegato, dovevengono individuati gli aspetti funzionali e le risorse necessarie all’organizzazione delle AFT, di cui la Direzione strategica dell’ASL dovrà fare tesoro.Entro la fine dell’anno le AFT saranno una realtà su tutto il territorio dell’ASL NA1 centro e pertanto dobbiamo essere pronti.

Dal punto di vista pratico, per il Medico che opera nel proprio studio non cambia nulla per quanto attiene alle AFT. Si tratterà solo di realizzare una forma più evoluta e complessa delle vecchie associazioni in rete, con l’aggiunta che dovranno essere condivisi dei PDTA delle principali malattie cronico degenerative tra tutti gli associati per il perseguimento di obiettivi di salute, un pò come accade adesso per la gestione del diabete mellito.

Gestire di volta in volta i broncopneumopatici, i cardiopatici, i diabetici, gli oncologici, le campagne vaccinali ecc. in maniera integrata con gli altri associati, con gli specialisti ambulatoriali e con il distretto, tutto con la creazione di una rete (Kloud) che consenta a tutti gli attori di essere collegati ed integrati. Ci si avvarrà della collaborazione di personale infermieristico (per la cui retribuzione saranno riconosciute indennità per i medici dell’AFT), di strumenti diagnostici di I livello.

Il fondo di ponderazione (art. 59 ACN), che giace intoccato presso ciascuna ASL, servirà per la retribuzione dei Medici che operano nell’AFT per il perseguimento di obiettivi prefissati con l’individuazione di indicatori di processo e in parte di esito, analogamente a quanto accade adesso per i compensi relativi alla gestione del diabete mellito (vedi LAP). E servirà per l’acquisizione degli strumenti diagnostici di I livello e per la retribuzione del personale di collaborazione (infermieri, collaboratori di studio), attraverso l’indennità che caricata sui nostri compensi contribuirà ad aumentare la nostra quota contributiva utile ai fini pensionistici.

Con l’auspicio che possiate trascorrere serene e rigeneranti vacanze, vi saluto tutti con grande cordialità.

Saverio Annunziata

 

Intersindacale sui prossimi sviluppi della MG

Categories: Senza categoria

DALL’ASMA ALLA CONGIUNTIVITE: ESPERTI A CONFRONTO

ECM-Del-Prete-1.1
Cari Colleghi, Il 22 settembre, alle ore 8,30 presso l’Hotel palazzo Alabardieri a Napoli, si svolgerà un nuovo congresso organizzato dalla nostra cooperativa dal titolo “Dall’ Asma alla Congiuntivite: esperti a confronto”, già accreditato ECM.
  Anche questo convegno si aggiunge a tutti i precedenti che hanno riscontrato l’interesse e le grandi adesioni dei Colleghi.
Auspichiamo anche questa volta che risulti di vostro gradimento e raccolga il consenso di tutti voi.
Un cordiale saluto
Saverio Annunziata

 

 

Categories: Senza categoria

Corte dei Conti: per i certificati medici facili responsabile è l’Mmg

Corte dei Conti: per i certificati medici facili responsabile è il Mmg 

Il Medico di base che certifichi l’assenza dal lavoro per malattia senza scrupolose verifiche, ancorché ingannato dal dipendente sulle sue condizioni di salute, può essere dichiarato corresponsabile per il danno erariale

Il Medico di base che certifichi lo stato di malattia senza effettuare scrupolose verifiche può concorrere al danno erariale anche se vittima di raggiro da parte del dipendente, che mente deliberatamente su sintomi e condizioni di salute. Lo ha stabilito la Corte dei Conti Umbria sez. giurisd., con la sentenza n. 47 del 20 dicembre 2017, ampliando così i profili di responsabilità per gli Mmg. 

La vicenda trae origine da un procedimento, prima disciplinare e poi penale, avviato contro un dipendente pubblico che svolgeva le sue mansioni presso la Direzione Territoriale del lavoro dell’Umbria. Nello specifico, il soggetto aveva prodotto false attestazioni di malattia redatte da lui con firma e timbro di sanitari ignari, nonché certificati prodotti effettivamente da un medico che ne aveva invece confermato la provenienza. La Procura regionale si è rivolta alla Corte dei Conti competente per ottenere la condanna per danno erariale non soltanto nei confronti del dipendente pubblico, ma persino del sanitario che aveva emesso le relative certificazioni. (da DottNet del 02/07/2018)

Categories: Senza categoria